Attività

TIROCINI

Il tirocinio è uno degli strumenti che la Regione ha individuato per supportare l’inserimento lavorativo delle persone, in particolare dei giovani, e per sostenere le loro scelte professionali.

Non si tratta di un rapporto di lavoro ma di una modalità formativa che fa acquisire competenze attraverso la conoscenza diretta del mondo del lavoro.

Le Regioni e le Province autonome, che hanno competenza normativa nell’ambito dell’istruzione e formazione professionale, hanno competenza esclusiva anche in materia di tirocini.

La Regione Emilia-Romagna ha approvato, il 19 luglio 2013, lalegge regionale n. 7, che modifica la propria legge n. 17 del 2005 nella parte riguardante i tirocini.

La legge 7, entrata in vigore il 16 settembre 2013, nel confermare l'impianto strategico della legge 17, attua le “Linee guida in materia di tirocini” adottate da Governo, Regioni e Province autonome con l’accordo del 24 gennaio 2013, come previsto dalla legge 92 del 2012 “Disposizioni in materia di riforma del mercato del lavoro in una prospettiva di crescita”.

Con l’entrata in vigore della legge 7, in Emilia-Romagna le tipologie di tirocinio diventano tre:

  • la prima, con finalità orientativa e formativa, è rivolta alle persone che hanno conseguito un titolo studio negli ultimi dodici mesi

  • la seconda è finalizzata all’inserimento o al reinserimento lavorativo di disoccupati, persone in mobilità, inoccupati

  • la terza ha funzione di orientamento e formazione o di inserimento e reinserimento non solo lavorativo ma anche sociale in favore di persone con disabilità e in condizione di svantaggio.

La novità principale della nuova legge è il diritto del tirocinante a ricevere un’indennità che è commisurata mensilmente all’effettiva presenza del tirocinante. Le altre modifiche sono volte a raggiungere due obiettivi fondamentali: rafforzare gli elementi formativi del tirocinio e contrastare i possibili utilizzi elusivi di questo strumento.

Per qualificare la componente formativa del tirocinio, la Regione introduce come obiettivo del tirocinio gli standard di conoscenze e capacità contenuti nel Sistema regionale delle qualifiche. Il conseguimento delle finalità deve essere accertato e valutato con modalità che garantiscano l’obiettività della valutazione (Delibera di GR n. 960 del 30/06/2014).

Le modalità sono quelle del Sistema Regionale di Formalizzazione e Certificazione delle competenze (SRFC). L’attuazione del servizio di SRFC in esito ai tirocini consente una valutazione certa, da parte della Regione, del conseguimento degli obiettivi formativi. A tal fine è necessario che le conoscenze e le capacità acquisite con l’esperienza di tirocinio siano documentate, valutate e registrate in un attestato regionale.

Tale attestato è la “Scheda Capacità e Conoscenze”, che viene rilasciata qualora l’Accertamento dimostri, attraverso le evidenze prodotte (la fase del SRFC che valuta  se le attività svolte dal tirocinante gli hanno consentito di raggiungere gli obiettivi formativi indicati nel progetto formativo), l’acquisizione di capacità e conoscenze riferite agli standard professionali di riferimento.

Nuova Didactica si occupa di :

  • CONVENZIONE stipulata con l’azienda ospitante secondo il modello predisposto dalla Regione

  • PROGETTO FORMATIVO INDIVIDUALE personalizzato per il tirocinante

  • CERTIFICAZIONE DELLE COMPETENZE (SISTEMA REGIONALE DELLE QUALIFICHE ): consulenza nell’individuazione dell’ Unità di Competenzadella qualifica (conoscenze e capacità)

  • TUTORAGGIO DIDATTICO E ORGANIZZATIVO dell’attività insieme al responsabile del tirocinio in azienda

  • GESTIONE FORMALE: Modulistica e comunicazioni

per maggiori informazioni clicca qui

 

 

Iscriviti alla newsletter

Resta sempre aggiornato su iniziative, opportunitą e notizie utili per la tua formazione.

 

Scarica i Cataloghi 2018

Scopri le nostre offerte per la Sicurezza e per la Formazione Manageriale

 

Nuova Didactica su Mobile

Scarica la mobile app per Android (presto disponibile anche per iPhone e iPad)!

 

Partnership
Nuova Didactica
CORSO CAVOUR, 56 41121 MODENA
tel. 059 247911 - fax 059 247900
P.IVA: 02526930363

Privacy policy Powered by MOW